lunedì 18 settembre 2017

ANTICIPAZIONI. LE MULTINAZIONALI E LE AGEVOLAZIONI FISCALI IN ITALIA. BIONDANI, SISTI, Bruxelles Leaks: ecco come il governo Renzi ha scontato le tasse alle multinazionali, L'ESPRESSO, 15 settembre 2017

Meno tasse per pochi. Con privilegi e favoritismi legali pagati da tutti. Mentre i comuni cittadini sono tartassati da una pressione fiscale aggravata dagli effetti della crisi finanziaria e dei disastri bancari, le grandi aziende multinazionali continuano ad approfittare di leggi di straordinario favore. 

SFRUTTAMENTO DEL LAVORO IN ITALIA. M. OMIZZOLO, Padroni e schiavi nell'Agro Pontino, LA REPUBBLICA, 18 settembre 2017

“Siamo sfruttati tutti i giorni - afferma Singh Kulwinder – e se ci ribelliamo il padrone ci manda via. In campagna lavoro per raccogliere i ravanelli piegato sulle ginocchia tutto il giorno. Siamo come schiavi”. È una delle tante storie di lavoratori indiani sfruttati nelle campagne della provincia di Latina, ad appena cento chilometri da Roma.

POLITICHE DELL'EDUCAZIONE. LA 'BUONA SCUOLA' SECONDO IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. V. SANTARPIA, Mattarella: «La scuola è la grande questione nazionale», CORRIERE DELLA SERA, 18 settembre 2017

(...) Alla scuola il «compito di formare i giovani cittadini della Repubblica», ricorda il capo dello Stato. «La scuola contribuisce in maniera determinante a definire e consolidare le loro speranze, a mettere insieme intelligenza, creatività, il domani della nostra civiltà, della nostra democrazia. È questa l’essenza della scuola». 

martedì 12 settembre 2017

FRANCIA. SCIOPERI CONTRO MACRON E LA LEGGE SUL LAVORO. M. FERRARO, Francia, manifestazioni e scioperi contro la legge sul lavoro di Macron, LA REPUBBLICA, 12 settembre 2017

Oggi primo vero test per il presidente francese Emmanuel Macron, eletto lo scorso maggio. La Confédération général du travail (Cgt) ha indetto uno sciopero contro la riforma della normativa sul lavoro proposta dal nuovo governo. Gli altri sindacati maggiori hanno deciso di non partecipare alla protesta e di aprire una negoziazione con la maggioranza, composta da En Marche!, il movimento di Macron, e i centristi di MoDem. Il Cgt ha annunciato oltre 180 iniziative in diverse città di tutto il Paese, che si affiancheranno allo sciopero dei trasporti e di altri settori pubblici. Nel pomeriggio è previsto un corteo a Parigi.